Principali motivazioni per la richiesta di un prestito

principali motivazioni per la richiesta di un prestitoSono la liquidità per spese personali, l’acquisto di un’auto (usata), la ristrutturazione del proprio appartamento, l’acquisto di complementi d’arredo e la compera di auto nuove le principali motivazioni che spingono gli italiani a richiedere un prestito personale a una banca o a una finanziaria.

A rivelarlo, una recentissima ricerca condotta nel corso del mese di gennaio 2013, secondo cui nel corso degli ultimi mesi non vi sarebbero state grandi novità nella segmentazione dei prestiti personali.

Stando a quanto concerne le motivazioni che spingono gli italiani a richiedere un finanziamento, pertanto, al primo posto si conferma la necessità di ottenere – in tempi rapidi – delle somme per liquidità: una motivazione che ha assorbito il 21,8 per cento delle richieste, contro il 21,3 per cento delle richieste del mese precedente.

In crescita la quota di italiani che richiede un prestito per poter acquistare un’auto usata, con una percentuale pari al 20,9 per cento rispetto al 18 per cento del mese precedente. Positiva l’evoluzione dei prestiti richiesti per la ristrutturazione della propria casa, con una quota sul totale pari al 18,5 per centro, contro il 17,6 per cento del mese precedente.

In calo, invece, la quota relativa ai prestiti per l’arredamento, al 9,5 per cento rispetto al 9,8 per cento del mese precedente, e l’acquisto di un’auto nuova, pari all’8,5 per cento contro l’8,7 per cento del mese precedente.

Alle spalle di questa particolare top 5, si trovano le richieste per consolidamento dei debiti, in diminuzione all’8,4 per cento contro il 10,4 per cento del mese precedente, mentre quote inferiori ai 3 punti percentuali sono attribuibili all’acquisto di una moto, all’acquisto di immobili o box, hobbies, viaggi, vacanze, spese mediche, matrimonio o altri eventi, beni strumentali alla propria attività, prodotti di elettronica e di informatica.